risparmiare in viaggio

Risparmiare e fare economia in viaggio è sempre un grande dilemma per le viaggiatrici freestyle, che amano i viaggi all’avventura, rigorosamente autogestiti e lontani dagli agi dei resort a 5 stelle.

La questione si fa ancora più necessaria quando si tratta di lunghi periodi: se stiamo pensando a un viaggio di più mesi, magari senza una data di rientro certa, allora è meglio farsi furbe e adottare dei piccoli trucchetti per vedere di cavarsela con un budget basso.

 

CLAUDIA

 Qui le mie tattiche personali in tema di viaggi, budget e trucchi di sopravvivenza:

 

  • Scegli destinazioni economiche

Prima di parlare di trucchi veri e propri, c’è un aspetto a monte della questione a cui dover prestare particolare attenzione prima di mettersi in viaggio: valutare il costo di vita del paese dove vogliamo andare.

Informiamoci bene prima di partire, leggendo magari in rete (o su guide cartacee): trascorrere sei mesi in Thailandia o sei mesi in Alaska non comporta delle differenze solo climatiche, ma anche di budget.

Ci sono paesi in cui il costo della vita è paragonabile a quello italiano, altri in cui il costo della vita può essere più elevato o molto più basso. Se prevediamo di restare a lungo, forse meglio considerare una meta abbastanza cheap;

 

  •     Dormi in ostello

Se abbiamo un budget basso (o vogliamo farlo durare il più a lungo possibile), meglio considerare l’idea di stare in un ostello. Gli ostelli sono in genere la soluzione più economica per dormire, la soluzione più vantaggiosa soprattutto se si viaggia da soli. Gli ostelli non sono presenti ovunque (li troverete soprattutto nelle città e nelle località più turistiche): meglio approfittarne quando ne trovate uno. Personalmente consiglio sempre gli ostelli a tutti, a qualsiasi età, perché è divertente e si conoscono viaggiatori da tutto il mondo, con cui condividere anche consigli ed esperienze di viaggio;

 

  • Viaggia via terra con i mezzi locali

Se non abbiamo tempi particolarmente stretti e non dobbiamo coprire distanze considerevoli, meglio lasciare da parte l’idea di spostarsi in aereo: per risparmiare meglio preferire di spostarsi in treno, bus o barca, optando magari per gli stessi mezzi di trasporto utilizzati dagli abitanti locali.

Magari non ci sarà l’aria condizionata, il sedile super-comodo e gli optional dei bus VIP, ma mescolarsi con i locali è tra le esperienze di viaggio che più arricchiscono. Si può fare un’eccezione per gli sleeping bus: più cari e più comodi dei mezzi locali, gli autobus notturni permettono di tagliare sulle notti in albergo perché si dorme a bordo del bus.

risparmiare in viaggio

 

  • Evita i ristoranti simil-occidentali

Saper scegliere i ristoranti giusti è importante per risparmiare durante un viaggio, soprattutto se di lunga durata. Il mio consiglio è quello di non buttarsi mai sul primo ristorante che si incontra – soprattutto se si trova sul viale principale di una località, in posizione centralissima, e sfodera menu simil-occidentali: meglio andare a spulciare qualche ristorante tipico in qualche via defilata. Magari faremo fatica a trovare un menu in inglese, magari non troveremo la pizza, ma sicuramente risparmieremo.

 

  • Escursioni sì, ma di gruppo

Se vogliamo fare un’escursione di trekking, snorkeling, una gita in barca o qualsiasi altra attività mentre siamo in viaggio, ma stiamo viaggiando soli, non è detto che dobbiamo rinunciare per questioni di budget. I costi per partecipare a un’escursione saranno molto più cari se chiediamo di partecipare come singoli, ma se ci aggreghiamo a un gruppo già costituito (magari informandoci in ostello o chiedendo in un’agenzia che ha già escursioni aperte) risparmieremo moltissimo. Senza dimenticare però di confrontare i prezzi e le offerte di diverse agenzie prima di scegliere.

trucchi per risparmiare in viaggio

 

  • Sfrutta gli ingressi gratuiti

La brava viaggiatrice freestyle si informa prima e durante il viaggio. Prima di visitare un posto è meglio informarsi anche sugli orari e i giorni di accesso a musei, gallerie d’arte, etc.: in molti paesi del mondo ci sono musei che offrono l’ingresso gratuito in determinate fasce orarie o in determinati giorni. Viaggiare con un budget basso non significa doversi privare di tutto!

 

 

DANIELA

Per chi ama viaggiare, si sa, il pensare alla prossima destinazione e al trovare i mezzi per riuscire a partire diventa un vero e proprio chiodo fisso.

Molti mi chiedono “Ma come fai a viaggiare sempre! Io non ho i soldi nemmeno per una vacanza!”

In realtà in questi anni ho adottato sempre mille trucchetti per riuscire a risparmiare i soldi che mi servono per un viaggio, e per non rinunciare ad esplorare, anche ora che viaggio con la mia piccola viaggiatrice di cinque anni.

 

  • Mi sposto rigorosamente in bici

Non ho un’auto, che mi portava via troppe spese, e così risparmio già parecchi soldi che posso mettere da parte per finanziarmi il prossimo viaggio. Se per necessità devo prendere i mezzi pubblici, cerco sempre di sfruttare offerte e promozioni.

Bici_Olanda

  • Ho praticamente smesso di comprarmi i vestiti nei negozi

Qui in Olanda ci sono tantissimi reshare, ovvero negozi di seconda mano, dove si possono comprare vestiti, oggetti per la casa, giochi per i bambini. Ormai comprare un paio di jeans a più di 7 euro mi sembra estremamente caro! Girando in questi reshare, o nei vari mercatini di strada, si trovano oggetti o vestiti belli ed unici, e si risparmia tantissimo.

 

  • Vendo le cose che non uso più

Inutile tenere nell’armadio quella felpa che seppur bella avrete messo sì e no due volte gli ultimi tre anni.
Via! Liberate posto, e se sono oggetti in buono stato provate a rivenderli. Gruppi facebook, negozi dell’usato, qualsiasi canale va bene per guadagnare qualcosa che andrà per il prossimo viaggio.

 

  • Vado raramente a cena fuori o al cinema

Si risparmia davvero tantissimo! Provate a calcolare il costo di cene fuori in un mese, molto probabilmente con quella stessa cifra vi sareste comprati un bel volo per una meta europea!

Viaggiando spesso in Europa, magari per un weekend lungo, cerco di evitare di mangiare nei ristoranti (sempre troppo cari per le mie tasche) e prediligo lo street-food.

 

  • Cerco sempre le offerte per i voli

Google flights, Skyscanner, o direttamente sui siti delle compagnie aeree. Non fermatevi alla prima ricerca, controllate i prezzi in diversi canali.

Scelgo sistemazioni economiche: dormendo in ostello o Airbnb ad esempio, ridurrete i costi dei vostri viaggi.

Viaggiare_treno_SriLanka

 

  • Viaggio quasi sempre solo con bagaglio a mano, anche per viaggi più lunghi

In particolare se la vostra destinazione è un paese caldo. Non solo risparmierete sul costo del bagaglio (se previsto dalla compagnia aerea), ma vi verrà meno voglia di acquistare souvenir visto che non avrete il posto dove metterli!

Il valore di un viaggio, per me, è talmente alto che tutte le piccole rinunce quotidiane non le faccio con sacrificio, anzi, le considero come soldi guadagnati da spendere per la prossima partenza.

 

ELIZABETH

Tanti mi scrivono:

“Ma come hai fatto a partire a tempo indeterminato, devi essere ricca di famiglia o avere qualcuno che ti dà la sua carta di credito!”

La mia famiglia non ha problemi economici ma non mi ha mai regalato nulla. Tutto ciò che ho fatto è stato grazie ai miei sacrifici.

La carta di credito è la mia.

Come ho fatto?

  • Automobile di seconda mano

Acquistai la mia prima macchina nel 2007, di seconda mano, quando entrai di ruolo nella scuola – una Ford Ka del 2000. Non mi interessava avere una macchina splendida, solo qualcosa che mi permettesse di raggiungere la scuola dove insegnavo. E pazienza se era ammaccata: dare importanza all’apparenza non è nel mio DNA. Prima di allora, autobus e treni.

 

  • Shopping zero

Sono andata avanti due anni con gli stessi vestiti invernali ed estivi, scarpe comprese. L’emblema sono miei anfibi Dr. Martens viola acquistati a Dublino nel 1996. Poiché non si sono mai distrutti e il numero del mio piede è lo stesso da allora, perché comprare un nuovo paio di stivali?

E poi diciamocelo: sono proprio indispensabili quei 20 smalti per le unghie?

risparmiare in viaggio

Idem per il piumino invernale e per altri capi: era inconcepibile per me spendere più di 200 euro per un piumino, quando il mio di tre anni prima andava ancora benissimo. Con quei soldi acquistai in seguito un volo interno nel Sud-Est Asiatico.

 

  • Nessuna uscita fuori per cenare

Per un anno intero ho abolito le uscite al ristorante. Non ho mai sgarrato, nemmeno per una pizza. Cene a casa nei weekend, libro, film al computer, telefonata con le amiche.

 

risparmiare per viaggiare

Provate a fare un calcolo:

Quanto risparmiereste a smettere di mangiare fuori per un anno intero durante i weekend?

Scommettiamo che ne verrà fuori un bel biglietto aereo?

Ho trascorso tante serate in solitudine; ma quando l’obiettivo è partire per un viaggio di sola andata per andare incontro al tuo sogno, fare sacrifici diventa un piacere.

 

Il nostro consiglio è: Ingegnatevi.

A volte, per aver la vita comoda, cadiamo nelle trappole del marketing che ci portano a spendere soldi in cose inutili. Ma quanto vale, invece, un’esperienza di viaggio? Resterà per sempre nei vostri cuori e avrà arricchito il vostro bagaglio culturale, più di quella (inutile) borsa nuova.