map travelling

Cambiare vita non è mai una scelta facile, tanto meno se si decide di farlo in maniera volontaria e non perché qualcuno ci offre un bel lavoro con relocation packages bello pronto per farci sentire il trasferimento più indolore possibile: questi sono casi più rari, e si chiamano EXPAT.

Se decidiamo di cambiare vita perché ci rendiamo conto di non essere più soddisfatti del posto dove viviamo, del nostro lavoro, o forse perché abbiamo finito di studiare e vogliamo iniziare la nostra carriera all’estero, o ancora perché siamo disoccupati e vogliamo cercar fortuna laddove sembra che tanti ce l’abbiano fatta, allora dovremo tenere in conto diversi fattori per stabilire la meta più adatta a noi.

Nella maggior parte dei casi, chi parte per cercar fortuna all’estero non ha mai un gran budget da parte, ma giusto qualcosa per poter sopravvivere nei primi tempi: non è quindi un opzione decidere di spostarsi un po’ qua e un po’ la alla ricerca del posto perfetto, a meno che non abbiate molte risorse da spendere e vogliate percorrere la carriera dei Nomadi Digitali.

Per scegliere da dove ricominciare bisogna tener conto di diversi fattori, che cambieranno a seconda della vostra condizione sociale: se non parlate una parola di francese, vi sconsiglierei tutti i paesi francofoni, e se volete imparare l’inglese di sicuro le Canarie non sono il posto giusto, per quanto belle esse siano.

Poi bisogna vedere le vostre competenze

Siete professionisti ricercati? Parlate bene diverse lingue e avete molti anni di esperienza nel vostro settore? Oppure volete partire per la vostra prima esperienza lavorativa?

Non da meno, va considerato il fattore famiglia e figli: partire da soli é sempre relativamente facile, ma se é vostra intenzione trasferirvi con la famiglia allora le cose cambiano: scuola, asili, assicurazioni, ospedali.

Essere in un nuovo Paese con dei bambini, soprattutto quando sono piccoli, diventa una sfida quotidiana, almeno i primi tempi.

Una volta definita la vostra situazione, e se vi siete fatti un idea di dove non vorreste assolutamente andare  – inutile partire per un Paese dove già sapete che non ci vivreste mai, giusto? – va capito come funziona trasferirsi verso le vostre mete preferite: avete più di 31 anni, nessuna particolare esperienza, figli a carico e volete andare in Australia a lavorare?

Magari l’Europa è più alla vostra portata, anche se non vi farà mai sentire così pionieri e coraggiosi come se vi foste trasferiti all’ altro capo del mondo.

Selezionate una ristretta cerchia di Paesi, da quello che più amereste a quello meno.

Non sceglietene più di tre o quattro.

E qui parte il lavoro più importante: lo studio.

L’Olanda è bellissima, ci sono i tulipani, le Olandesine in bicicletta e i coffee shop. Ma può realmente offrire lavoro tenuto conto delle vostre skills, cioè le vostre capacità lavorative? Che cosa viene offerto nei siti di ricerca del personale? Quali sono le aziende maggiori? Che cosa dicono le persone che ci vivono?

Stessa cosa ad esempio per la Spagna e le gettonatissime Canarie, in tanti vanno a cercar fortuna senza tener conto che lavorare come dipendente è un impressa quasi unica, e poi ci si ritrova a far la stessa vita precaria che si faceva in Italia ma lontani da casa, amici e parenti.

Ricapitolando, ecco i miei consigli su

Come scegliere un Paese per il vostro cambio vita:

  1.  Lingue straniere: in quale lingua vi sentite fluenti, o più a vostro agio per cominciare?
  2. Competenze professionali: quale Paese ha più richiesta di personale nel vostro settore?
  3. Partite da soli, con un compagno/a o con figli? E i bambini sono in  età scolare o pre-scolare?
  4. Che tipo di servizi offre il Paese dove vorreste andare ai più piccoli?
  5. Questione visti: che tipo di permesso è richiesto nel Paese dei vostri sogni per lavorare?

Ed ora restringete la cerchia: è il momento di fare la vostra personale top 3 dei Paesi da espatrio.

E studiate, studiate studiate: internet in questo caso sarà un pozzo di scienza: forum, siti web,blog, siti istituzionali.
Non stancatevi di ricercare informazioni per fare un ulteriore scrematura e scegliere il Paese dove vorreste trasferirvi.

Una volta scelta la meta siete già a meta dell’ opera: ora non resta che armarsi di coraggio e partire!

E ricordatevi che la vita comincia laddove finisce la vostra zona di comfort. Quindi, non abbiate paura e lanciatevi!

Con tutte le precauzioni.