situazioni difficili in cui viaggiare sole

Lo dico sempre, quasi fino allo sfinimento: viaggiare da sole è una delle esperienze più pazzesche e formative che si possano fare. Nonostante le (poche) situazioni difficili.

Se sentite la voglia di lanciarvi per la prima volta in questa avventura.. beh, assecondatela, perché è garantito che non ve ne pentirete (anzi, molto probabilmente ci prenderete gusto).

Con questo non voglio dire che nel viaggiare sole sia sempre tutto rose e fiori. Nonostante si tratti senza dubbio di un’esperienza strabiliante, ma non è indenne da situazioni difficili. Come spesso nella vita, anche in viaggio possono presentarsi delle circostanze in cui le cose non vanno esattamente come avremmo sperato, ma, come nella vita, basta non lasciarsi prendere dal panico e affrontare le vicissitudini a testa alta. Quelle che a un primo sguardo sembrano problemi insormontabili possono tramutarsi in importanti lezioni di vita e di crescita.

Se scegliete la modalità del viaggio indipendente e in solitaria sicuramente non state scegliendo l’opzione più facile, ma di sicuro la più appagante. Non deve certo essere qualche situazione antipatica a mettervi il bastone tra le ruote e a farvi desistere dal viaggiare sole! In base alla mia esperienza, sono queste cinque le situazioni più difficili che possono capitare quando si viaggia sole:

1 – Mangiare da sole al ristorante

Questo è il problema più grande che tutte le viaggiatrici in solitaria alle prime armi si trovano ad affrontare. Il pensiero di dovervi trovare da sole al ristorante vi indispone? Tranquille, è capitato a tutte le prime volte. Le opzioni che avete di fronte per aggirare l’ostacolo non sono molte: saltare il pranzo oppure optare per dello street-food da consumare mentre siete in giro o del take-away da consumare in ostello o nella vostra stanzetta. Il mio consiglio è comunque quello di tagliare subito la testa al toro: arrendetevi e andate a mettere le gambe sotto il tavolo in un ristorante! Per alleggerire la tensione portatevi un libro o un taccuino per scrivere i vostri pensieri di viaggio. Non dimenticatevi comunque di alzare la testa dallo schermo del vostro smartphone – almeno ogni tanto – per guardarvi intorno: potreste anche trovare qualche altro viaggiatore solitario come voi con cui dividere il tavolo!

2 – Caricare il bagaglio da sole

Viaggiando da sole dovrete essere voi a trasportare il vostro bagaglio ogni volta e a caricarlo su e giù da bus, barche o treni. La cosa non vi deve spaventare: non serve un potenziamento muscolare prima della partenza. Il trucco è quello di partire con un bagaglio fornito ma leggero (sapete che c’è anche qualcuno che viaggia solo con il bagaglio a mano?) e pratico da trasportare. Personalmente io consiglio sempre lo zaino, perché adatto in ogni situazione (anche dove non ci sono ascensori o scale mobili o dove c’è fango e strade sterrate). Se siete fortunate vi potreste anche imbattere in qualcuno che vi dà una mano (personalmente mi è successo spesso), ma la parola d’ordine è: essere indipendenti. Dovrete essere in grado di gestire voi e il vostro viaggio in completa autonomia (e ce la farete, ve lo assicuro!).

3 – Stare male

Questa è forse la situazione più antipatica che può capitare in viaggio e viaggiando sole può essere ancora più antipatica. Partite con una adeguata farmacia di viaggio (senza esagerare) e un’assicurazione di viaggio che vi copra anche in caso di problemi di salute, informatevi sulle vaccinazioni e/o profilassi eventualmente necessarie, ma poi prendetene atto: prima o poi può capitare di stare male in viaggio. Se vi accorgete che non state bene o state covando qualcosa vi consiglio di preferire l’ostello a una stanza privata: in una camerata con altre persone sarà più semplice chiedere aiuto e trovare conforto se proprio state male.

4 – Imbattersi in qualche animale molesto

Se scegliete di viaggiare da sole e all’avventura, magari anche in posti abbastanza wild, potrebbe succedere di fare qualche incontro spiacevole con la fauna locale. Non parlo necessariamente di tigri e grizzly feroci: anche animali generalmente considerati da noi innocui possono rivelarsi pericolosi in determinate situazioni e zone del mondo (ricordatevi che i cani possono trasmettere la rabbia, così come le scimmie). In molte zone del mondo il randagismo è un problema serio e potrebbe capitarvi di imbattervi in cani non ben disposti nei vostri confronti: la tattica da seguire è quella di mostrare indifferenza, non scappare e se proprio la situazione si fa pericolosa.. cacciare un urlo per chiedere aiuto!

5 – Trovare qualcuno che ci vuole dare una fregatura

Il mondo è meraviglioso e fatto di tanti esseri umani generosi e altruisti, bla, bla, bla… ma non sempre purtroppo è così. In viaggio da sole potrebbe capitarvi di imbattervi in personaggi che puntano solo a spillarvi soldi o a darvi fregature. La parola d’ordine è: mantenere la soglia di attenzione alta. Informatevi sui prezzi e sulle modalità di spostamento, contrattate se potete, aggregatevi ad altri viaggiatori se proprio vi trovate in difficoltà e mantenete sempre la calma.